Giulio Vesprini per WOW a Terni: natura, grafica, territorio

Cerchio G20

Domenica 21 febbraio viene inaugurata, all’interno di una vera e propria festa di quartiere, l’ultima opera dell’artista Giulio Vesprini per “WöW”, un progetto di ARTE URBANA a Terni, a cura dell’Associazione Culturale Primavere Urbane.

Tre giorni di lavoro per realizzare PROMISE: l’opera si trova a piazza della Pace, in un quartiere operaio e multiculturale denominato Quartiere Italia.

Il progetto “WöW” è nato proprio da un’esigenza, quella di riscoprire una propria identità territoriale attraverso lo stupore, con l’ausilio dell’arte. Un percorso artistico fondato sulla riscoperta identitaria della città che si abita. Il tessuto urbano con le sue strade, i suoi quartieri, i suoi scorci nascondono micro-mondi di storie che chiedono di essere vissute e guardate. L’arte è il mezzo perfetto per raccontarle, dopo un attento ascolto e osservazione delle dinamiche di quartiere da parte dell’artista. Per la realizzazione e l’acquisto dei materiali sono state coinvolte le realtà commerciali del territorio, al fine di creare un nuovo terreno di sviluppo in ambito della street art.

Nell’opera di Giulio Vesprini, PROMISE, tornano i temi tanto cari all’artista ovvero Archigraphia, natura che riprende gli spazi, e la grafica che incontra un edifico e lo fa tornare a parlare con lo spazio e con gli abitanti.
Come afferma lui stesso “L’opera è caratterizzata da due composizioni principali: una di matrice grafica che vede la graduale deformazione del tema del cerchio, l’altra con elementi di botanica applicati sopra come fosse un collage. La parte con gli elementi di botanica rappresenta la rivincita della natura sul cemento mal pensato; è la natura che si riprende i suoi spazi. La linea grafica da equilibrio alla struttura, parla di movimenti urbani attivi e fa tornare a comunicare un’abitazione altrimenti anonima. Allontanandosi dal murales si può intravedere un cuore, non come sintesi grafica, ma come organo. Tutto il lavoro viene firmato con un numero progressivo e una parola chiave che in questo caso è PROMISE. Molteplici sono i riferimenti legati a questo nome: la “festa della promessa” di Terni che cade precisamente nel giorno in cui l’opera verrà terminata (il 7 febbraio), ma anche una promessa di street art fatta ai ternani, un regalo che parla d’identità attraverso i colori”.

9+

13+
12+
10+

Maggiori informazioni:
Evento Facebook
Sito ufficiale di Giulio Vesprini 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>