Il quotidiano carnevale dell’esistenza di SNEM a Venezia

2

Da tanto sognavo di scrivere di arte spontanea a Venezia. Chi conosce la città sa che la scena locale è alquanto esigua così come pochi sono stati gli interventi illegali che ricordo in questi ultimi anni. L’occasione è finalmente arrivata, con un progetto dell’artista SNEM, che da tanto seguo e supporto. Un artista che, come gli amici Guerrilla Spam, porta per strada riflessioni e allegorie, da sempre attratto da tutto ciò che è celato, partendo dall’anatomia di corpi e strutture fino ad arrivare allo svisceramento del pensiero comune.
Ed è proprio l’artista a raccontarmi del suo intervento artistico a Venezia:

4

‘“Il quotidiano carnevale dell’esistenza” è un progetto che nasce in modo spontaneo, senza nessuna pretesa. Ero in giro per Venezia e casualmente mi sono imbattuto in un calle molto interessante nei pressi di Campo San Rocco, ho notato degli spazi pubblicitari, che per il modo in cui sono disposti, mi hanno fatto pensare subito ad un allestimento in galleria.
In due giorni ho dipinto undici poster con soggetti deformi e bizzarri, con in mente un concept che si legasse al carnevale e in generale alle maschere, una tematica che a Venezia è decisamente sentita, specialmente in questo periodo. In fine i poster sono stati affissi sui billboards creando una sorta di allestimento unico, una vera e propria esposizione a cielo aperto fruibile da tutti.
Il progetto è l’allegoria del meccanismo malato dell’umanità, di celare tutte le malformazioni e le bruttezze dell’animo, negando quotidianamente la propria natura e rimanendo ad occhi chiusi per non disprezzare se stessa.
Solo uno tra gli undici soggetti rappresentati svela la conseguenza di questo meccanismo, nel quale le maschere dietro cui ci nascondiamo, sono in realtà il peso che grava sulla nostra esistenza.’

3 billboards

Subito dopo averlo sentito i poster sono stati coperti di nuovo dalle pubblicità. Non ci resta che sperare che in quei 10 giorni in cui sono stati visibili abbiamo destato la curiosità e l’interesse di qualche passante.
Chissà che qualcuno non sia addirittura fermato a riflettere.

 

Maggiori informazioni su SNEM
(che ringrazio per foto e testo)
Blog ufficiale
Pagina Facebook

3
1

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>