Run, l’uomo con la coda, in mostra a Roma

run roma varsi

L’uomo con la coda. No, non è il titolo di un film, ma il titolo della personale di Run che alla Galleria Varsi di Roma, presenta la sua ultima fatica curata da Marta Gargiulo e Massimo Scrocca, fino al 16 luglio 2015. Run è un artista a cui piace esplorare tecniche nuove e originali, senza nascondere quella sottile personalità artistica che lo contraddistingue dalla massa: una vera passione artistica che, col tempo, lo ha portato a viaggiare da Ancona a Londra, dove, dal 2007, tutt’ora vive e lavora.

Perché piccole o estesi che siano i suoi lavori, Run produce un’arte che, rifiutando il concetto di “estensione”, trova spazio su qualunque superficie purché regali allo spettatore quel confronto tra il messaggio dell’artista e la realtà che lo circonda.

L’uomo con la coda sono io.
Ci sono nato e, ora che sono padre, la coda la uso per dondolare il mio bambino.
La coda mi dà equilibrio.
La coda è diversa dal mio braccio, ma anche quello mi serve per rimanere in piedi e non sbattere il muso quando cado.
La vergogna di averla mi è passata, ora non ci faccio più caso, non posso farne a meno.
La coda attaccata al mio corpo trasforma, comunica con la bocca e porta al naso il suo odore di terra.
L’evoluzione.
Le tracce.
Il processo.
Sono la coda

UL-RomaGiugno-22

Serigrafia, pittura, scultura e disegno, la mostra proposta a Roma presenta diversi percorsi che raccontano la crescita di Run attraverso icone animate da un’atmosfera quasi primitiva, in cui i personaggi sembrano immersi in rituali antichi alla ricerca dell’origine del mondo e della nostra specie in un continuo rinnovamento.

Ecco chi è Run

Nato ad Ancona nel 1979, il vero nome è Giacomo Bufarini e la sua formazione inizia frequentando l’Istituto d’arte per poi avvicinarsi al writing e alla street art in senso stretto, che in Italia prendere forma nelle città di Bologna e Firenze.

Come qualsiasi artista internazionale che si rispetti, non può mancare l’estero: Inghilterra, Svizzera, Cina, Polonia, Albania e Senegal, in ordine sparso, sono solo alcuni i posti dove incontrare l’arte di Run dopo la Parabola di G., l’ultima mostra tenutasi alla Howard Griffin Gallery di Londra e che lo ha portato poi, tra profonde e spirituali riflessioni, alla personale romana.

Per lo Street-heart project, Run realizza in esclusiva proprio nella Capitale il suo quinto muro nel quartiere Pigneto e, ovviamente, è da non perdere.

run roma varsi 1

run roma varsi 2


run roma varsi 3
run roma varsi 4

 

Per maggiori informazioni:

Run – L’uomo con la coda / The man with the tail
Curated by Marta Gargiulo e Massimo Scrocca
Galleria Varsi – Via di S. Salvatore in Campo, 51 – Roma
Photo credits: Livio Ninni Photography

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>