#NEWS – La “black series” di Astro Naut a Reggio Emilia

Confesso, quando ho ricevuto l’email da Astro Naut con la nuova serie “dark” mi si è stretto un po’ il cuore.
Chiunque abbia avuto l’occasione di conoscerlo sa quanto sia preciso e meticoloso nel pitturare ma allo stesso tempo un concentrato di creatività, estro e allegria. Io ho avuto il piacere e la fortuna di passare con lui e Collettivo FX diversi giorni a Torino presso il SAMO e anche di ritoccare i dettagli dei suoi astronauti sognanti e un po’ malinconici, per l’opera “Il cielo è un casino“.

Abbiamo parlato di arte, di musica (Radiohead in primis), di viaggi ma soprattutto, tutti insieme, ci siamo fatti un sacco di risate. Perché l’allegria di Astro Naut è contagiosa e ora che è tornato a Madrid ci lascia tanti bei ricordi allegri e un po’ di malinconia… proprio come i suoi piccoli astronauti.

Le ultime sue opere a Reggio Emilia e a Ravenna, realizzate prima del suo ritorno in Spagna, sono velate dall’ombra scura della tristezza per la partenza. Io mi riprometto un viaggio a Madrid ma soprattutto continuerò la mia ricerca dei piccoli astronauti seminati in giro per l’Italia, e vi invito a fare lo stesso.

Questo il messaggio dell’artista associato alla sua ultima serie di opere (che potete scorrere nella gallery):

The sadness for leaving Italy, made to appear dark in my painting. Being became shadow, nothing more…

La tristeza por tener que irme de Italia, hizo que apareciera la oscuridad en mi pintura. El Ser pasó a ser sombra, nada más…La tristezza per dover lasciare l’Italia, ha fatto apparire scuro nella mia pittura. Essendo diventata ombra, niente di più…

painted in Reggio Emilia, Italy

La-Serie-Negra-by-Astro-Naut-in-Italy4

E questa è per te, Astro Naut: il cielo è un meraviglioso casino!

1 Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>